model

Ho sempre realizzato plastici e diorami in scala 1:160 perchè la trovo meno 'giocosa' della scala 1:87.
In realtà sono un fermodellista 'sui generis': di tutto quello che è la tecnica e la tecnologia del mondo ferroviario infatti non ne so quasi nulla.
Però fin da quando mi ricordo il fascino del treno produce in me forti emozioni; forse perche legato al viaggio, alle vacanze, al paesaggio che cambia continuamente....
Posso definirmi un paesaggio-modellista con una cura quasi maniacale del particolare.
Così come pure per tutti i tipi di manufatti: edifici, infrastrutture, alberi, ecc.
Per questa ragioni faccio cose piccole (max 1 metro quadrato) e ci metto tempi biblici.
Di solito l'ispirazione iniziale scocca consultando fonti fotografiche e bibliografiche di ferrovie secondarie di montagna e deve essere presente almeno un ponte o viadotto imponente.

 


(immagine animata di Achenseebahn)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *